Su Pundacciu: Il folletto sardo notturno, cattivo e dispettoso

Amici eccovi un’altra leggenda dalla Sardegna molto curiosa, la leggenda de Su Pundacciu (Noto anche come il folletto delle sette berritte – La berritta è il copricapo tipico sardo – ). Si tratta di una creatura leggendaria che appartiene al folklore più antico della Sardegna, ricorda tantissimo esseri della mitologia Irlandese, quasi come se ci fosse stata una contaminazione culturale (cosa che non escludo affatto).

Questo piccolo essere è caratterizzato da una forma fisica affatto invidiabile, piccolo, goffo, grasso, ma estremamente robusto e forte, e se non bastasse, dotato di una cattiveria senza precedenti… Corre molto veloce sfiorando la terra e lo fa solo durante le ore notturne dal momento che non ama la luce del sole. Durante il giorno si nasconde nella sua tana solitamente scavata nella terra dove, a grandi profondità, custodisce il suo tesoro.

Durante le sue scorribande distrugge o nasconde gli oggetti e se ne ha occasione disturba il sonno comportandosi esattamente come S’Ammutadori, si perché anche questa creatura si dice sia in parte Demoniaca… Nel suo disturbare ha un comportamento che riporta alla mente le leggende dei patti con il Diavolo, dal momento che svegliando i malcapitati promette grandi ricchezze, cosa che poi non sarà mai possibile dal momento che si tratta sempre e solo di una burla da parte del dispettoso essere.

Leggenda vuole che si addormenti sul petto delle persone e che se ci si svegliasse prima di lui e si riuscisse a prendere una delle sette “berritte” che porta sempre con se si riuscirebbe ad entrare in possesso del suo tesoro; vi ricorda qualcosa? Incredibilmente simile al leprechaun…  Sempre secondo la leggenda una volta tolto il copricapo si sveglierebbe ed inizierebbe a supplicare di riaverlo indietro, ma dal momento che questa è la fonte della sua magia non si deve cedere altrimenti la creatura svanirebbe in un fulmine senza dare il tesoro…

Insomma posto che vai leggenda che trovi…

 

Su Pundacciu: The Sardinian night sprite, bad and spiteful

Friends here is another legend from Sardinia very curious, the legend of Su Pundacciu (Also known as the elf of the seven caps). It is a legendary creature that belongs to the oldest folklore of Sardinia, remembers so many beings of Irish mythology, almost as if there had been a cultural contamination (which I do not exclude at all).

This little being is characterized by an enviable physical form, small, clumsy, fat, but extremely strong and strong, and if that was not enough, with an unprecedented malice … It runs very fast grazing the earth and does it only during the night hours since he does not like sunlight. During the day he hides in his den usually dug into the earth where, at great depths, he keeps his treasure.

During his raids he destroys or hides the objects and if he has the opportunity to disturb the sleep behaving exactly like S’Ammutadori, because this creature is said to be partly demonic … In its disturbance has a behavior that brings to mind the legends pact with the Devil, since waking up the unfortunate promises great wealth, which then will never be possible since it is always just a joke from the spiteful being.

Legend has it that you fall asleep on the chest of people and that if you wake up before him and you manage to take one of the seven “caps” that always brings with them if you could get hold of his treasure, do you remember something? Incredibly similar to the leprechaun … Always according to the legend once removed the headgear would wake up and begin to beg to get it back, but since this is the source of its magic should not give way otherwise the creature would vanish in a lightning without giving the treasure…

In short, you go that legend you find …