Il fantasma di Laconi: la fanciulla che cerca vendetta

Amici oggi vi racconto di una leggenda a cui tengo particolarmente e, come mio solito, tendo ad aspettare parecchio prima di parlare delle mie storie preferite. La leggenda è ambientata a Laconi, un paesino dell’entroterra sardo, molto pittoresco e con dei trascorsi religiosi piuttosto degni di nota.

Per i cattolici il paese è piuttosto importante, dal momento che ha regalato al mondo uno dei Santi più amati dell’Isola e d’Italia, Fra Ignazio da Laconi (1701 – 1781) le cui spoglie riposano oggi a Cagliari. Ma non solo per questo si ricorda questo paese, ma per un’accoglienza fuori dal comune e per una serie di feste paesane davvero coinvolgenti e, in ultimo, ma non per importanza, la leggenda del fantasma di una giovane, costretta a sposare un uomo che non amava, cosa che lei rifiutò con decisione fino ad essere murata viva nella torre del castello al centro del paese… Si dice che ora lo spirito della giovane vaghi nel parco, tra le mura del castello, ormai diroccato, per cercare vendetta.

Ho visitato diverse volte questo luogo ed in particolare il parco dove sorge il castello, arrivando fino ad affacciarmi da ciò che resta della torre infame, ma niente di questa leggenda mi era noto, sicché la mia è stata una esperienza priva di preconcetti al tempo. Ricordo di avere avuto la sensazione di essere osservato durante il mio passeggiare attorno alle rovine e ricordo di aver scattato numerosissime foto per la sensazione di poter immortalare qualcosa.

Sfortunatamente ottenere un permesso per una visita notturna è molto difficile perché la struttura potrebbe creare delle insidie e chiaramente nessuno vuole prendersi delle responsabilità in tal senso e visitarlo di giorno espone certamente i ricercatori alla folla che mal si sposa con il necessario silenzio… Ma io sono riuscito a visitare il tutto praticamente da solo, scegliendo  periodi molto insoliti e lontani da ogni tipo di altra attività turistica, soggiornando in un albergo locale per tre giorni, ho avuto l’occasione di alzarmi prestissimo e visitare il parco quando era stato appena aperto, in completa solitudine.

Vi propongo gli scatti realizzati in diversi periodi e non posso dirvi con certezza se ci sia davvero qualcosa, ma posso dirvi che la sensazione è proprio quella di non essere soli, se doveste avere l’occasione, seguite il mio esempio e non ve ne pentirete.

Castello e scalinata

Castello

Ingresso delle segrete da lontano

Ingresso delle segrete

Vista frontale del castello

Torre vista dal basso

Vista sulla finestra della torre

Vista sulla finestra della torre

Resti della torre

Resti della torre

The ghost of Laconi: the girl who seeks revenge

Friends today I tell you about a legend that I particularly like and, as usual, I tend to wait a long time before talking about my favorite stories. The legend is set in Laconi, a Sardinian inland village, very picturesque and with some noteworthy religious past.

For the Catholics, the country is quite important, since it has given the world one of the most beloved Saints of the island and of Italy, Fra Ignazio da Laconi (1701-1781) whose remains lie today in Cagliari. But not only for this you remember this country, but for a welcome out of the ordinary and for a series of really engaging country festivals and, last but not least, the ghost of a young woman, forced to marry a man who does not she loved, which she refused decisively until she was walled up alive in the castle tower in the center of the village … It is said that now the spirit of the young wander in the park, between the walls of the castle now ruined to seek revenge.25

I visited this place several times and in particular the park where the castle stands, coming up to look out from what remains of the infamous tower, but nothing of this legend was known to me, so mine was an experience without preconceptions at the time. I remember having the feeling of being observed during my walk around the ruins and I remember taking lots of photos for the feeling of being able to capture something.

Unfortunately, getting a permit for a night visit is very difficult because the structure could create pitfalls and clearly nobody wants to take responsibility in that sense and visiting it during the day certainly exposes the researchers to the crowd that ill-marries with the necessary silence … I managed to visit all practically alone, choosing very unusual periods and far from any other type of tourist activity, staying in a local hotel for three days, I had the opportunity to get up very early and visit the park when it was just open, in complete solitude.

I propose the shots made in different periods and I can not tell you with certainty if there is really something, but I can tell you that the feeling is not to be alone, if you had the opportunity, follow my example and not ve you will regret it.