La pratica che ci permette di star meglio: Ho’oponopono

Amici parliamo oggi di un’antica pratica hawaiana, l’Ho’oponopono, che avrebbe lo scopo di ripulirci a livello mentale e spirituale, vediamo di che si tratta. Secondo tale metodo di meditazione si dice che ci si possa liberare dalle paure e dalle preoccupazioni o dai modelli comportamentali distruttivi che a livello spirituale rappresentano un ostacolo alla nostra evoluzione.

Su cosa si basa? In effetti la base della teoria e il rendersi conto che si viva in un universo ricco e che il Dio, che loro chiamano “Akua” desideri per noi il raggiungimento della perfezione, una pienezza di sentimenti e tranquillità quasi divine. Partendo da questa idea di miglioramento personale risulterebbe che il vero ostacolo siamo noi stessi che, restando attaccati ai pensieri negativi, non facciamo altro che alimentare il baratro a discapito del raggiungimento della felicità. Non è poi tanto differente da altre dottrine non trovate?

Il segreto per poter ricevere qualcosa sta nel lasciar andare, nella fiducia di poter lasciar andare senza essere feriti. Il rituale dell’Ho’oponopono viene descritto come “Amore in azione”, imparare a perdonarsi, mettere le preoccupazioni al posto giusto, ossia fuori dalla nostra vita. Dal mio punto di vista è la realizzazione del “Mettete dei fiori nei vostri cannoni”, ma trovo sia qualcosa di molto positivo, quindi vi propongo il video di Taylor White ed a seguire un video adatto alla pratica con ripetizione dei mantra.