Gli alchimisti hanno sempre cercato il modo di ottenere metalli preziosi a partire da quelli comuni mediante quella che definivano Pietra Filosofale, ora io vi spiegherò che questo è possibile.

In principio era il Verbo, il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio.

Così recita Giovanni… Ma in principio non era il verbo, in principio era qualcosa che noi uomini non possiamo concepire, il nulla. Tutto ciò che oggi conosciamo ha avuto inizio in quell’evento che definiamo Big Bang, ossia grande esplosione, solo che si tende a non approfondire il concetto limitandosi a stabilire questo come punto di inizio.

La grande esplosione ha dato vita a soli tre elementi del nostro universo, l’idrogeno, l’elio ed il litio. Tutti gli altri fino al ferro hanno avuto genesi dai fenomeni di fusione nucleare nelle fornaci delle stelle. Ebbene si, le stelle (non tutte poiché dipende dalla massa iniziale) plasmano durante la loro attività elementi via via più pesanti, ma quando arrivano a generare l’elemento 26, il ferro, qualcosa cambia drasticamente, è la loro fine, collassano, un collasso rapido e devastante che porta al fenomeno noto come supernova, una sorta di Big Bang in miniatura che spara nello spazio circostante materia generata all’interno… Quindi vedete come tutto si ripete?

Prima soli 3 elementi, poi i restanti fino al 26… Allora come si formano gli elementi più pesanti? Ebbene per loro è necessario l’intervento di altri due processi, che non a caso con poca fantasia sono stati definiti processi S ed R.

Senza dilungarci troppo, in cosa consistono? Sappiamo che la repulsione coulombiana non consente all’interno della stella questo fenomeno, ma neutroni carichi ne sono immuni e così, partendo da un atomo di ferro che qui definiremo “seme” questi neutroni, generati in altri processi ed in altre esplosioni, vanno ad unirsi al nucleo generando degli isotopi… Quando questi sono stabili il processo continua, generandone altri via via crescenti, ma quando sono instabili accade la magia, un decadimento che porta all’emissione di elettroni ed antineutrini, lasciando però il seme mutato in qualcos’altro, un nuovo elemento…

Ora per completezza vi dico che non tutti gli elementi pesanti si formano così, alcuni sono totalmente artificiali come ad esempio il nostro amato Plutonio…

I più attenti avranno notato che non ho distinto tra processo S ed R, bravi ragazzi, la distinzione per noi è invero poco utile per la comprensione del tutto, ma sappiate che un processo S, dove S sta per Slow ossia lento, è un processo che si sviluppa in archi temporali fino a 100000 anni, tipico di zone dell’universo poco dense di materiale neutronico libero e consente di creare nuclei non troppo pesanti a partire da numero atomico 80, mentre i processi R, rapidi, sono tipici di zone densamente popolate da neutroni che generano elementi molto pesanti in tempi rapidi, dell’ordine dei secondi, segue quindi un decadimento rapido perché gli elementi sono fortemente instabili che consente di dare origine a tutti gli elementi pesanti che conosciamo bene.

Ora sapete che questa è la vera pietra filosofale, che genera elementi via via più pesanti fino al nostro amato oro.

Vi lascio con questa riflessione, cosa era prima del Big Bang? Quali elementi hanno dato origine al tutto?