Quella della Strega e is funtanasa è una leggenda sarda piuttosto antica e con una grande valenza pratica.

Dovete sapere che la Sardegna ha sempre sofferto della penuria di acqua, così, fin da epoche remote, era usanza che ogni abitazione avesse la sua riserva idrica, a volte con i pozzi artesiani altre con delle cisterne, spesso interrate.

Potete ben capire che queste strutture fossero fonte di vita ma anche un pericolo costante per i bambini che, curiosi ed incuranti dei rischi, spesso ci si affacciavano rischiando di finirci dentro ed andare incontro ad una morte orribile.

Se avete più di 40 anni ricorderete sicuramente il terribile fatto di cronaca del piccolo Alfredino che perse la vita proprio in questo modo terribile.

Così nacque la leggenda della strega e is funtanasa, una leggenda che poneva una creatura maligna, la strega appunto, all’interno di pozzi e cisterne, leggenda che la voleva di una malvagità senza precedenti, dedita a catturare i bambini che si fossero avvicinati al bordo.

Anche in questo caso la leggenda è utile, serve, esattamente come quella dell’uomo nero, a fornire una prima linea di difesa per i piccoli e credo che sia un sistema pratico e funzionale a quell’età.

Chi sono

La mia carriera scolastica è ben lontana dal mondo del paranormale, ho frequentato un Liceo Scientifico ed ho proseguito con gli studi di Ingegneria Elettronica, anche se la mia vera passione è sempre stata la fisica, che, a dispetto dei limitati esami di ingegneria, continuo a studiare tenendomi aggiornato con libri ed alcuni abbonamenti a riviste di settore, non di quelle che si possono trovare in edicola, quelle di fisica vera direttamente trattate dai centri di ricerca.

Sono curioso per natura, e tendo ad essere particolarmente distratto da ogni nuovo stimolo, cosa che mi porta ad occuparmi di svariati argomenti contemporaneamente, a volte davvero diversi tra loro come la cucina o la meccanica…tendo a cambiare spesso prospettive di studi, ma se questa cosa è per la scuola tradizionale un bel problema, risulta invece un vantaggio quando si è liberi da vincoli imposti.

Un consiglio che lascio a tutti voi è quello di guardare verso l’alto, non accontentatevi di quel che leggete online, sviscerate gli argomenti che vi affascinano e cercate di portare la vostra comprensione sempre un gradino in su, questa è la mentalità giusta.