Il Gold Hill Hotel potrebbe essere uno degli hotel più infestati

Amici il Nevada è uno stato che può vantare una lunga storia, quindi,  non sorprende che sia anche sede di ogni sorta di attrazione legata al paranormale, dai vecchi cimiteri inquietanti ai salotti infestati, non sembra mancare proprio nulla.

L’hotel che vi descrivo è considerato il più vecchio dello stato, quindi come di consueto nascono diverse leggende legate ad alcuni eventi misteriosi. Chi ci abbia pernottato racconta di non essere riuscito a chiudere occhio per la strana sensazione di essere osservato o per degli inquietanti rumori sinistri… Chiaramente non possiamo avere certezze in tal senso, ma tutta la storia aggiunge fascino alla struttura.

 

William’s room

Ma quali sono le storie di cui si parla? Durante il 1860, Gold Hill, la città dove sorge l’Hotel, era solo una delle tante città mineraria travolte dalla mania della febbre dell’oro, vantava diverse miniere, i cui cunicoli ancora si sviluppano sotto la città, in particolare uno dei tunnel divenne protagonista di uno dei peggiori incidenti minerari nella storia del Nevada. L’incidente fu causato probabilmente da fughe di gas che diedero origine ad uno dei peggiori incendi minerari della storia che, datato 1869, uccise dozzine di minatori proprio in uno dei tunnel sottostanti l’Hotel, ecco perché molti sostengono che le anime di queste povere vittime vaghino ancora senza trovar pace proprio al Gold Hill Hotel.

Secondo la leggenda, uno dei luoghi più inquietanti sarebbe la vecchia capanna dei minatori, situata sul retro della proprietà, dal momento che  questo capanno si trova proprio accanto al pozzo della miniera che contiene i corpi non recuperati delle vittime dall’orrido incidente, quindi non c’è da meravigliarsi che questo sia l’epicentro indicato per la presunta attività paranormale. Un altro punto caldo secondo la teoria paranormale sarebbe da ricercare proprio nelle camere, e non c’è da meravigliarsi visto che l’hotel vive oggi grazie a queste storie, ma, eliminando dall’equazione il dovuto scetticismo, pare che nella “Rosie’s Room” e nella “William’s Room” alcuni testimoni abbiano visto oggetti in movimento e anche alcune apparizioni reali, inoltre nella”William’s Room” alcuni raccontano di aver percepito un forte aroma di tabacco, come se qualcuno avesse appena fumato un sigaro nella stanza, questo perché pare che tale William, che da il nome alla stanza, sia uno dei minatori coinvolti nel terribile incidente  …

Come sempre lascio a voi il compito di analizzare la storia da un punto di vista critico 😉