Relitti Shardana? Notizia di qualche giorno fa… Sui fondali del Mar nero è stato ritrovato un misterioso relitto, dalle prime stime pare possa essere datato attorno al 400 a.C. rappresentando ad oggi il più antico reperto di questo tipo.

Sono moltissime le speculazioni che lo inquadrerebbero con il celebre relitto della nave di Ulisse, anche se io ho una mia teoria sostenuta da alcune immagini con cui ho confrontato il ritrovamento… Se osservate bene la forma di questi resti sembra somigliare in modo disarmante ad alcuni bronzetti ritrovati in Sardegna, bronzetti che rappresentano delle imbarcazioni utilizzate dal popolo Shardana proprio in quel periodo storico.

Di seguito la foto dei bronzetti e del relitto… Ditemi se anche voi non trovate siano estremamente simili… Ora so che il periodo di riferimento dell’epoca Shardana è differente, ma nell’archeologia spesso leldatazioni vengono modificate in seguito a nuove scoperte, quindi dal momento che altri hanno ipotizzato si potesse trattare di una fantomatica imbarcazione “Omerica” compiendo dei voli pindarici notevoli, perché non prendere in considerazione anche questa ipotesi?

EPA/BLACK SEA MARITIME ARCHAEOLOGY PROJECT / HANDOUT HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES

 

Il popolo Shardana era un popolo di naviganti ed esploratori, quindi è plausibile ritrovare una loro imbarcazione anche a così grande distanza dalla terra natia… Inoltre non possiamo dimenticare che in Egitto siano stati ritrovati dei geroglifici che immortalavano alcuni Shardana in testa all’esercito Egiziano, dimostrando che questi uomini erano probabilmente degli abili combattenti e forse mercenari.  Esistono diverse fonti storiche che ci raccontano di questo misterioso popolo che fino a pochi anni fa era del tutto sconosciuto, fonti che li collocano al servizio dei faraoni a partire dal secondo millennio a.C. probabilmente da inquadrare in quel gruppo noto come “Popoli del mare” e fino a qualche anno fa chiamati proto-sardi. Allora potrebbe trattarsi veramente di un relitto shardana? Forse.

Cartiglio Shardana

Rappresentazione degli Shardana

Dalle parole di Joe Adams, l’archeologo britannico a capo del gruppo di ricerca:   «Una nave sopravvissuta intatta dall’epoca classica, a 2 chilometri di profondità, è qualcosa che non avrei mai creduto possibile vedere».

La storia sta restituendo importanza a questi valorosi esploratori…

Chi sono

La mia carriera scolastica è ben lontana dal mondo del paranormale, ho frequentato un Liceo Scientifico ed ho proseguito con gli studi di Ingegneria Elettronica, anche se la mia vera passione è sempre stata la fisica, che, a dispetto dei limitati esami di ingegneria, continuo a studiare tenendomi aggiornato con libri ed alcuni abbonamenti a riviste di settore, non di quelle che si possono trovare in edicola, quelle di fisica vera direttamente trattate dai centri di ricerca.

Sono curioso per natura, e tendo ad essere particolarmente distratto da ogni nuovo stimolo, cosa che mi porta ad occuparmi di svariati argomenti contemporaneamente, a volte davvero diversi tra loro come la cucina o la meccanica…tendo a cambiare spesso prospettive di studi, ma se questa cosa è per la scuola tradizionale un bel problema, risulta invece un vantaggio quando si è liberi da vincoli imposti.

Un consiglio che lascio a tutti voi è quello di guardare verso l’alto, non accontentatevi di quel che leggete online, sviscerate gli argomenti che vi affascinano e cercate di portare la vostra comprensione sempre un gradino in su, questa è la mentalità giusta.