Hal Puthoff e Russell Targ sono due ricercatori che hanno lavorato insieme negli anni ’70 e ’80, conducendo esperimenti sulla visione remota. La visione remota è un fenomeno che sostiene che le persone possano percepire dettagli di luoghi lontani senza l’uso dei sensi convenzionali. Questa forma di percezione extrasensoriale (ESP) è stata oggetto di studio nella parapsicologia.

Il loro esperiementi più famoso ha un nome piuttosto famigliare per gli appassionati di fantascienza…

Progetto Stargate. Certamente il loro lavoro più importante, un programma di ricerca segreto finanziato dall’agenzia di intelligence statunitense CIA dal 1978 al 1995. Lo scopo principale di questo progetto era esaminare la possibilità che alcune persone potessero utilizzare la visione remota per raccogliere informazioni su luoghi o eventi remoti nel tempo e nello spazio.

Nei loro esperimenti, Puthoff e Targ utilizzavano “visualizzatori remoti”, individui che sostenevano di avere abilità di visione remota. Questi partecipanti dovevano descrivere dettagli di obiettivi nascosti o luoghi distanti, senza alcuna conoscenza diretta di ciò che stavano osservando. Gli obiettivi potevano essere luoghi geografici specifici, oggetti o eventi.

Sfortunatamente per i sostenitori della teoria del complotto, nonostante Puthoff e Targ abbiano effettivamente riportato alcuni risultati positivi nei loro studi, sostenendo che i visualizzatori remoti fossero in grado di fornire informazioni accurate su obiettivi remoti, i loro risultati sono stati oggetto di intense controversie e critiche da parte della comunità scientifica, che ha sollevato dubbi sulla validità delle loro metodologie, sulla mancanza di adeguati controlli sperimentali e sulla possibilità di errori statistici. Per dirlo in parole semplici, le evidenze erano più collegate ai grandi numeri che a fatti concreti, per la serie “anche un orologio guasto segna l’ora esatta due volte al giorno”.

Il Progetto Stargate è stato ufficialmente chiuso nel 1995, senza che fossero stati prodotti risultati scientifici convincenti, o almeno così fu riportato. Dobbiamo infatti considerare che, se la cosa avesse effettivamente portato ad un successo, sarebbe stato un vantaggio strategico non indifferente per l’intelligence e non è da escludere che esperiemtni simili continuino nell’ombra.

A prescindere da tutte le speculazioni, la decisione di finanziare e condurre questo tipo di ricerca da parte di un’agenzia governativa è stata oggetto di dibattito e critica come potete certo immaginare, ancor di più se consideriamo la mancanza di risultati di valore.