Un occhio sulle maledizioni: Oro di Slumach

Caro lettore in questi ultimi tempi abbiamo scoperto insieme tanto sulla miniera perduta di Slumach ed abbiamo aggiunto dei tasselli alla storia che ci è stata raccontata durante la serie tv che vede la vicenda come protagonista. Oggi ho pensato di fare un piccolo riassunto e spiegarti come ha avuto inizio la “Gold Fever” (Febbre dell’oro) americana. La zona dove si svolge tutta la nostra storia relativa a Slumach è incredibilmente vicina a Vancouver, sembra da pazzi pensare che una regione così impervia sia solo ad un tiro di schioppo dalle grandi città, eppure questo è lo scenario che il Canada può offrire… Ma ora veniamo alla storia in se; devi sapere che nei primi dell’800 le regioni ad ovest delle americhe erano sotto popolate, e che solo pochi pionieri decisero di spostarsi in quello che divenne poi il famoso West. In principio questi uomini spinti dalla speranza di una vita migliore erano poco più di 1800/2000 ma ben presto le cose erano destinate a cambiare. I pionieri non andavano a caccia di giacimenti d’oro ma alla ricerca di lavoro sperando di essere impiegati per la realizzazione delle ferrovie e delle varie infrastrutture ancora del tutto assenti. Mappa Columbia BritannicaFu una scoperta casuale da parte di un operaio edile che trovando una pepita in un torrente diede il via alla mitica caccia all’oro, una caccia che divenne ben presto una ricerca spasmodica e senza limiti, morirono a migliaia taluni di incidenti altri uccisi e altri ancora in preda al delirio causato dal mercurio… Fu un’epoca spaventosa e violenta intrisa di disperazione e sofferenza. Alcuni di questi uomini ebbero fortuna come ad esempio il celebre Volcanic Brown di cui abbiamo parlato tempo fa in un articolo (La storia di Volcanic Brown: https://realmisterx.altervista.org/1055-2/)  o come il celebre e sventurato Slumach. Ora abbiamo la certezza che Slumach fu uno di questi pionieri, e dalle ricerche sul campo sembra che il suo primo punto di ricerca sia stato il Lago Harrison da cui probabilmente si sposto seguendo il fiume ed approdando nei pressi del Lago Pitt. Come puoi apprezzare dalla mappa inclusa il lago Harrison, lo Stave e il Pitt sono tutti connessi da corsi d’acqua ed i cercatori del tempo seguivano questi per piazzare i propri campi base alla ricerca dell’oro. Chiaramente la regione è piuttosto vasta, e vista la febbre dell’oro che colpiva gli uomini trasformandoli in assassini, nessuno rivelava i punti in cui scavava. Quindi potrai capire che è davvero difficile ritrovare dei giacimenti che sono stati occultati ad arte da così tanto tempo. Ho avuto informazioni circa il proseguimento delle ricerche ad opera dello stesso team sul quale è stato girato lo speciale sull’oro di Slumach e cercherò di portarti notizie in anteprima oltre a continuare personalmente le mie ricerche ed esporre i risultati su questo blog.