Il mausoleo di cui parleremo è sito a Londra, nel cimitero Brompton, si tratta della struttura funeraria che ospita le spoglie di Hannah Courtoy (1784 – 1849) e pare possa essere una macchina del tempo…

Si avete capito bene, la leggenda vuole che sia una sorta di varco temporale, come una specie di cabina del Doctor. Who ma fissa e non escludo possa aver ispirato la celebre serie.

Di Hannah sappiamo che fu una donna misteriosa, ebbe tre figlie ma non si sposò mai e nel 1815 eredità una vera fortuna da un commerciante locale, tale Nicholas Jacquinet. Ma qui penserete come me che nulla è così misterioso, ma un secondo e ci arriveremo…

Il mistero sta in effetti nel suo mausoleo, eretto in stile egizio e chiuso da una pesante porta di bronzo, finemente adornata da geroglifici egizi, la cui chiave è stata smarrita da diverso tempo, alcun parlano di mezzo secolo, altri di un secolo.

https://www.tumbral.com

Ma allora come è nata l’idea che si possa trattare di una macchina del tempo? Bene sembra che Hannah fosse molto vicina a Joseph Bonomi, uno scultore ed egittologo che potrebbe essere il realizzatore del Mausoleo e sembra non sia improbabile che Hannah abbia finanziato diverse spedizioni di Joseph grazie alla sua passione per l’Egitto ed ai suoi fonti consistenti.

I vittoriani erano affascinati dall’antico Egitto e pensavano che questo popolo avesse capacità sovrannaturali e segreti come quello del viaggio nel tempo, così dal momento che Joseph aveva sostenuto di essere entrato in possesso di alcuni di questi segreti e di averli condivisi con alcuni amici, venne facile per Stephen Coates, un discendente di Hannah, sostenere che la prozia fosse a conoscenza di tali segreti e di fatto inventando di sana pianta la leggenda secondo la quale il mausoleo fosse stato edificato a tale scopo, basando la sua teoria bizzarra sul fatto che nessuno fosse mai potuto entrare nella struttura a causa della misteriosa mancanza della chiave e del fatto che sia l’unica tomba mancante di progetti registrati nell’archivio storico…

In realtà sono diverse le tombe di cui non si hanno progetti originali conservati e pare non sia neanche vero che la tomba non sia mai stata aperta, anzi è plausibile che le notizie non vengano diramate proprio per mantenere un alone di mistero tanto amato dai turisti.

Chi sono

La mia carriera scolastica è ben lontana dal mondo del paranormale, ho frequentato un Liceo Scientifico ed ho proseguito con gli studi di Ingegneria Elettronica, anche se la mia vera passione è sempre stata la fisica, che, a dispetto dei limitati esami di ingegneria, continuo a studiare tenendomi aggiornato con libri ed alcuni abbonamenti a riviste di settore, non di quelle che si possono trovare in edicola, quelle di fisica vera direttamente trattate dai centri di ricerca.

Sono curioso per natura, e tendo ad essere particolarmente distratto da ogni nuovo stimolo, cosa che mi porta ad occuparmi di svariati argomenti contemporaneamente, a volte davvero diversi tra loro come la cucina o la meccanica…tendo a cambiare spesso prospettive di studi, ma se questa cosa è per la scuola tradizionale un bel problema, risulta invece un vantaggio quando si è liberi da vincoli imposti.

Un consiglio che lascio a tutti voi è quello di guardare verso l’alto, non accontentatevi di quel che leggete online, sviscerate gli argomenti che vi affascinano e cercate di portare la vostra comprensione sempre un gradino in su, questa è la mentalità giusta.