Fantasmi ed Entità: E’ possibile creare un faro per richiamarle?

Amici questa è una idea che mi è stata ispirata da una lettrice, Stefania Giaquinto, si parlava di frequenze del campo elettromagnetico che potrebbero, secondo la teoria, essere legate alla presenza di entità o fantasmi, e lei ha interpretato la cosa dal punto di vista della Metavisione, senza questa scintilla non ci avrei mai pensato…

Da incomprensioni come questa nascono spesso delle idee e delle ipotesi interessanti. Partendo dal presupposto che le entità emettano questo genere di campi, oppure che l’ambiente risponda alla presenza delle entità con la stessa emissione, in termini di causa-effetto, cosa succederebbe se fossimo noi con un generatore di segnale ad emettere queste frequenze precise in un luogo che si ritiene infestato?

E’ possibile che, se questi campi sono il mezzo, le entità siano attirate verso la fonte di emissione? Sto facendo un ragionamento rapportando la cosa al mare in tempesta ed alla luce di un faro che indica il porto sicuro… So bene che è solo un ipotesi, ma la sperimentazione è fatta di questo, si prova e se non funziona si cambia strada. In questo modo il tentativo di comunicare con l’aldilà passerebbe da una configurazione prettamente passiva, di sola ricezione, ad una attiva con un richiamo in piena regola o con la creazione di un ponte, se i campi fossero utilizzati a tal scopo.

Ora deve essere chiaro che non sto parlando di una emissione audio, come quello che trovate tra le app degli smartphone, ma di un oscillatore in radiofrequenza che può essere realizzato con un semplice 555, lascio a voi il compito di decidere frequenze e componenti. Lo scopo sarà generare una portante che lo spirito possa utilizzare. Ed ora il bello, questa portante sarà neutra, ossia potrà essere modulata, quindi in ricezione potrebbe anche essere ricevuta e registrata.

Qui trovate le basi per capire di cosa sto parlando: Oscillatore.  A voi la sperimentazione.

 

Ghosts and Entities: Is it possible to create a lighthouse to recall them?

Friends this is an idea that was inspired to me by a reader,Stefania Giaquinto, there was talk of frequencies of the electromagnetic field that could, according to the theory, be linked to the presence of entities or ghosts, and she interpreted it from the point of view of the Metavisione, without this spark, I would never have thought of it …

From misunderstandings such as this often arise interesting ideas and hypotheses. Assuming that the entities emit this kind of fields, or that the environment responds to the presence of entities with the same emission, in terms of cause and effect, what would happen if we were with a signal generator to emit these precise frequencies in a place that is considered haunted?

Is it possible that, if these fields are the means, the entities are attracted to the source of emission? I’m doing a reasoning reporting the thing to the stormy sea and the light of a beacon that indicates the safe harbor … I know it’s just a hypothesis, but the experimentation is made of this, it is tested and if it does not work you change road . In this way the attempt to communicate with the afterlife would pass from a purely passive configuration, of receiving only, to an active one with a full-blown recall or with the creation of a bridge, if the fields were used for this purpose.

Now it must be clear that I’m not talking about an audio output, like the one you find among the smartphone apps, but of a radiofrequency oscillator that can be made with a simple 555, I leave it to you to decide frequencies and components. The aim will be to generate a carrier that the spirit can use. And now the beauty, this carrier will be neutral, ie it can be modulated, so in reception it could also be received and recorded.

Here you find the basics to understand what I’m talking about: Oscillator. Experimentation is yours.