Cospirazione ai danni dei consumatori: La truffa dei Diamanti

Caro lettore oggi mio malgrado devo metterti in guardia da una truffa ignobile perpetrata da chi dovrebbe gestire i nostri risparmi e far si che aumentino di valore… Si tratta della truffa dei Diamanti organizzata e gestita dalle società che di diamanti si occupano e dagli istituti bancari.

Come funziona? Diciamo che tu voglia investire in preziosi e ti rivolga alla tua banca di fiducia (e dare fiducia ad una banca è già di per se un grosso errore) che ti proporrà l’acquisto di diamanti come investimento di sicuro successo, convincedoti che il  prezzo dei diamanti è sempre in salita quindi potrai solo guadagnarci, bene, sappi che si tratta di una truffa.

La banca infatti ti metterà in contatto con le società che si occupano della vendita di tali preziosi che cercheranno di piazzarti il bene ad un costo maggiorato di più del 100% del suo valore effettivo…

Ci sono stati casi di utenti che hanno comprato delle pietre pagandole circa 14000€ al carato contro il valore di mercato di circa 5000€… per stabilire tale cifra la società in questione cita come fonte il noto quotidiano finanziario “Il sole 24 ore” ma dimenticando di dirti che tali valori sono estratti da tabelle pubblicate a pagamento dalla società stessa sulla nota rivista…

Insomma loro alzano continuamente il listino e citano tale listino per stabilire il valore futuro, quindi un sistema di truffa piramidale in piena regola.

Ma allora ti chiederai: ma la CONSOB che fa? La risposta è presto data, la consob può valutare transazioni finanziarie mentre questa è una transazione di compravendita che esula dal loro controllo… Ora hai capito?

Chiaramente viene offerto un diritto di recesso, ma nel senso che tu puoi mettere in vendita nuovamente il bene presso di loro e pagare delle commissioni che vanno dal 10%+IVA al 16%+IVA a seconda della società che gestisce la vendita e che se quindi nessuno sarà disposto a ricomprare il tuo bene sarai fregato.

Quindi tieni gli occhi aperti, prima di acquistare fai una ricerca sul valore effettivo e chiaramente vale sempre il vecchio adagio: Non fidarti della banca.