Uno strano caso ufologico: Il periodo marziano di Guglielmo Marconi

Amici più mi occupo di fatti misteriosi più vengono a galla delle notizie che mi lasciano perplesso… Dalle mie ricerche si sta delineando un quadro piuttosto chiaro, ossia che tutti i ricercatori ed inventori del passato, chi più chi meno, hanno avuto dei periodi legati al mistero ed al paranormale.

Tutti sapete chi fosse Guglielmo Marconi, l’uomo che è considerato il primo radioamatore nonché inventore della radio. L’8 dicembre 1895 Marconi mise a punto l’invenzione che lo rese famoso, capace di trasmettere e captare segnali radio a distanza anche in presenza di ostacoli. E questa credo sia un’informazione che tutti abbiamo, io in particolare essendo stato un radioamatore sperimentale (costruivo le mie antenne ed alcune parti delle trasmittenti) ho letto parecchio sulle sue radio, eppure non avevo idea che anche lui, come Nikola Tesla, avesse speso del tempo nella ricerca extraterrestre…

La notizia più interessante che ho trovato, datata 29 gennaio 1920 ed apparsa sul New York Times, riporta che l’inventore italiano sarebbe stato impegnato nello studio di onde radio di origine sconosciuta.

Dalle parole di Marconi:

Nessuno può ancora affermare se esse abbiano origine sulla Terra o su altri Mondi.

Insomma Marconi era uno di noi, aveva probabilmente captato qualcosa di interessante, leggenda vuole che si trattasse di una trasmissione numerica che ci riporta alle number station che ben conosciamo… Ma chi avrebbe trasmesso qualcosa di simile nel 1920?  Possibile che si trattasse veramente di trasmissioni extraterrestri? Forse la presenza di poche trasmissioni radio al tempo rendeva la ricezione più semplice…

Cosa ne pensate?

A strange ufological case: the Martian period of Guglielmo Marconi

The more I deal with mysterious facts, the more they come out of the news that perplex me … From my research a clear picture is emerging, that all the researchers and inventors of the past, some more or less, have had periods related to the mystery and the paranormal.

You all know who Guglielmo Marconi was, the man who is considered the first radio amateur and inventor of the radio. On December 8, 1895 Marconi developed the invention that made him famous, capable of transmitting and capturing radio signals at a distance even in the presence of obstacles. And this I think is an information that we all have, I especially being an amateur radio operator (I built my antennas and some parts of the transmitters) I read a lot on his radios, yet I had no idea that he too, like Nikola Tesla, had spent time in extraterrestrial research …

The most interesting news I found, dated 29 January 1920 and appeared in the New York Times, reports that the Italian inventor was engaged in the study of radio waves of unknown origin.

From Marconi’s words:

No one can yet say whether they originate on Earth or on other Worlds.

So Marconi was one of us, he had probably picked up something interesting, legend has it that it was a digital transmission that takes us back to the number stations that we know well … But who would have transmitted something similar in the 1920s? Possible that it was really extraterrestrial transmissions? Perhaps the presence of a few radio broadcasts at the time made reception easier …

What do you think?