Uno sguardo alla storia degli Ufo: Gli alieni chiamati Naga

Naga2Caro lettore continuiamo la nostra rubrica sulle interferenze aliene nella storia dell’umanità esaminando il caso della razza aliena nota come “Naga”.

Si tratta di una razza di cui si parla nella mitologia cambogiana in cui si dice che era una razza di rettili e che possedeva un grande regno nella regione dell’oceano Pacifico.

Fatto curioso è che di tali esseri si parla anche nella mitologia Australiana ed in particolare, proprio gli aborigeni australiani ci hanno lasciato degli interessati petroglifi ed affreschi con la raffigurazione di tali esseri definiti divini.

Se osservi le immagini che ho incluso potrai notare quanto siano simili alle sembianze dei grigi e quanto poco venga lasciato all’immaginazione in questa perfetta rappresentazione.

Dei Naga sappiamo tanto dal momento che vengono citati in tanti testi sacri indiani dove si dice che diventino pericolosi quando gli esseri umani danneggiano l’ambiente o mancano loro di rispetto, inoltre vista la loro affinità con l’acqua, si dice che gli ingressi alle loro città sotterranee siano nascosti sul fondo di pozzi, laghi e fiumi profondi. Tutte queste considerazioni mi fanno tornare alla mente la leggenda della donna aliena venuta dal mare di cui raccontano i Giapponesi in molte loro storie. Se vuoi puoi approfondire questa storia nell’ottimo articolo di Genesis:

La misteriosa aliena giunta dal mare 

Continuando ad approfondire tutte queste leggende legate agli Alieni si va componendo un puzzle piuttosto chiaro…

Tutte le civiltà antiche sono in qualche modo entrate in contatto con esseri celesti che hanno donato loro qualcosa; a taluni tecnologie ad altri conoscenza, sta di fatto che l’evoluzione umana è sicuramente stata influenzata da queste creature un tempo credute divine ma che in effetti adesso siamo capaci di capire essere Aliene.

Siamo solo all’inizio di questa ricerca ma il quadro che si prospetta è davvero intrigante.