Il Teru Teru Bozu è forse uno degli amuleti più iconici della cultura folkloristica giapponese, arrivato alla nostra attenzione grazie ai famosi Manga si è pian piano insinuato nella nostra cultura almeno nella sua forma estetica, ma cosa rappresenta?

Devo ammettere che per me non sarebbe una grande idea appenderne uno dal momento che amo particolarmente il fenomeno che cercherebbe di evitare, ossia la pioggia. Ebbene si, il teru teru bozu è un amuleto contro il maltempo ed in particolare contro la pioggia e le tempeste, può essere realizzato in carta o stoffa di colore bianco ed è tradizionalmente diffuso nelle zone rurali dove spesso viene appeso fuori dalla finestra come amuleto per allontanare appunto la pioggia e richiamare il bel tempo.

Come funzionerebbe questo strano oggetto? Leggenda vuole che Amefushi, lo spirito della pioggia che chiunque abbia seguito il manga Lum (meglio noto in Italia come Lamù) conosce bene, sia terrorizzato da questi piccoli fantasmini (che poi proprio dei fantasmi non rappresentano) che agirebbero come degli spaventapasseri paranormali.

Letteralmente il significato del suo nome sarebbe “Bonzo Brillante” volendosi riferire ai monaci buddisti, noti per la loro testa rasata e lucida che, a quanto pare, non andrebbero a genio al fastidioso spirito della pioggia. Quindi più che un fantasma sarebbe la rappresentazione di un uomo di fede, ma per quanto mi riguarda continuerò a chiamarli fantasmini giapponesi, perché questo mi riportano alla mente 😉