The conjuring, L’evocazione: La vera casa dove sono successi i fatti

Amici oggi vi voglio proporre una notizia che ritengo abbastanza interessante…

Certamente conoscete il film l’Evocazione, the conjuring, ebbene sembra che l’intera storia sia basata su fatti realmente accaduti. Navigando su alcuni siti che si occupano della ricerca di leggende metropolitane ho scoperto che la storia sarebbe autentica e che esiste una foto della presunta casa dove sono successi i fatti, foto che vi propongo in questo articolo.

I residenti della casa ( Che sembra si chiamassero Perron ) sostengono che il film sia una rappresentazione piuttosto precisa di quello che è successo – con qualche licenza artistica qua e là.

Dalla storia che viene raccontata dai protagonisti sembra che prima di loro la casa sia stata di proprietà di un satanista che si faceva chiamare “Bathsheba”, un chiaro nome d’arte che rimanda ad antichi personaggi, e che questo avrebbe praticato per anni dei riti all’interno dell’abitazione tanto da richiamare qualcosa che ha poi continuato a stare nell’abitazione e rendere la vita impossibile alla famiglia che racconta i fatti. Pare che il racconto del film sia abbastanza veritiero anche se l’impossessamento è stato romanzato in maniera eccessiva.

Sebbene i fatti siano stati romanzati esiste un fondo di verità a quanto pare, tutto assume dei toni molto più interessanti…

 

Presunta abitazione della storia

 

The conjuring, The Evocation: The real home where the facts are over

Friends today I want to propose a news that I find quite interesting …

Of course you know the movie The Evocation, the conjuring, it looks like the whole story is based on facts that really happened. Navigating to some sites dealing with the search for metropolitan legends I found out that the story would be authentic and that there is a photo of the alleged home where the facts have come about, photos that I propose in this article.

Residents of the home (That seems to be called Perron) claim that the film is a fairly accurate representation of what happened – with some artistic license here and there.

From the story told by the protagonists it seems that the house before them was owned by a satanist called Bathsheba, a clear art name that refers to ancient characters, and that this would have practiced for years rites inside the house so much to recall something that then continued to stay in the house and make life impossible for the family who tells the facts. It seems that the story of the film is fairly true even though the imposition has been overly fictionalized.

Although the facts have been fictional there is a fund of truth apparently, everything takes on much more interesting tones …