Rosa Carmichael era un demone? La verità sull’orfanotrofio di Gettysburg

Amici oggi voglio raccontarvi una storia che ha del drammatico e fa venire i brividi… Durante la guerra civile americana nessun campo di battaglia è più evocativo di quello di Gettysburg in Pennsylvania, un luogo che fu letteralmente inondato di sangue.

Poco dopo la fine della guerra il numero di orfani era incalcolabile e furono aperte numerose strutture in tutto il paese per accoglierli; proprio una di queste strutture venne realizzata a Gettysburg ed affidata ad una donna chiamata Rosa Carmichael. Presto nel paese inizio a circolare voce della crudeltà della donna; bambini rinchiusi tra le quattro mura, incatenati nelle cantine alte poco più di un metro al buio e senza né acqua né cibo… Si dice che i bambini ritornavano da quel posto cambiati e segnati per sempre…

Durante una di queste terribili punizioni uno dei piccoli perse la vita e la terribile aguzzina fu processata riuscendo ad uscirle con una semplice multa di 20 dollari… Sembra che in qualche modo l’omicidio sia stato ignorato e che la donna abbia avuto come unica accusa quella di maltrattamento di minori. Certo di per sé è già scandaloso così, eppure le cose andarono anche peggio, perché la donna si allontanò senza lasciare traccia e non risulta niente di lei dopo questo periodo.

Va bene una persona che si da alla macchia non è tanto strano come fatto, ma lo strano è che di questa persona non esiste traccia nemmeno prima del suo ingresso all’orfanotrofio come direttrice… Insomma questa persona non esisteva prima e ha smesso di esistere dopo.

Oggi lo stabile è diventato un museo ed è considerato uno dei luoghi più infestati del mondo, i guardiani sostengono di sentire le urla dei bambini spesso e volentieri provenire dalle cantine e durante una sessione di analisi ad opera del Ghost Lab è stato registrato un inquietante EVP che chiaramente diceva: “Lei non ci permette di giocare”… La voce che è stata registrata era quella di un bambino con un tono triste in preda alla disperazione.

Leggenda vuole che Rosa Carmichael fosse in realtà un demone e che dopo la morte abbia continuato a perseguitare le anime dei bambini che ha torturato in vita tenendoli bloccati in quel posto e continuando a seviziarli, di certo non possiamo affermare che questo corrisponda al vero, ma forse demone non in senso stretto lo era davvero, oggi diremmo orco, perché del comportamento umano aveva davvero poco.

Vi confesso che sono abituato a studiare fenomeni simili, ma quando ho scoperto questa vicenda ho avuto i brividi, ho percepito il male e fa paura.