Nuovi strumenti che rivoluzioneranno il Ghost Hunting

Amici quante volte abbiamo assistito a dei video di Ghost Hunting vedendo degli oggetti muoversi e non potendo avere la certezza che qualcuno furbescamente abbia fatto qualcosa fuori campo? Quante volte un movimento è passato inosservato a causa del campo ristretto delle camere?

Va detto che spesso le videocamere sono disposte male da alcuni ricercatori, spesso in modo furbo per mascherare degli inganni, altre volte perché semplicemente sono sfuggiti dei punti ciechi, ma, in ogni caso, tutto va a discapito della credibilità ed è un gran peccato per la ricerca e un offesa nei confronti di chi si dedica alla ricerca in modo serio spendendo tempo e denaro.

Oggi si affacciano sul mercato delle nuove attrezzature che a mio avviso dovrebbero essere parte dell’attrezzatura del ricercatore del futuro, sto parlando delle nuove cam a 360 gradi. Questi strumenti stupendi ed innovativi hanno la capacità di riprendere un ambiente a 360 gradi appunto, in ogni direzione e sono quindi capaci di offrirci una visuale su un qualcosa che si è mosso o che è presumibilmente passato nel suo campo visivo, sempre e comunque.  Immaginate una situazione tipo con una stanza da analizzare, la cam sarà messa al centro ad altezza d’uomo e lasciata a riprendere, tutto verrà vagliato… E se in questo modo qualche anomalia dovesse verificarsi sarebbe possibile muovere la visuale per cercare di vagliare ogni possibile spiegazione come, ad esempio, un riflesso, qualcuno che si è mosso o altro…

Questo post contiene uno o più link affiliazione amazon

Ne potete avere una relativamente a buon prezzo:

https://www.amazon.it/dp/B01LB29PG0?tag=gz-blog-21&linkCode=osi&th=1&psc=1&ascsubtag=0-f-n-av_realmisterx

Cosa ne pensate? Per darvi un idea vi propongo una recensione di questo tipo di cam.

New tools that will revolutionize Ghost Hunting

Friends, how many times have we seen Ghost Hunting videos seeing objects move and not being able to make sure that someone has cleverly done something off the field? How many times has a movement gone unnoticed due to the narrow range of the rooms?

It must be said that often the cameras are badly arranged by some researchers, often cleverly to disguise the deception, other times because they have simply escaped blind spots, but, in any case, everything goes to the detriment of credibility and is a great pity.

Today we are facing the market of new equipment that I think should be part of the equipment of the researcher of the future, I’m talking about the new 360-degree cameras. These wonderful and innovative tools have the ability to capture a 360-degree environment in every direction and are therefore able to offer us a visual on something that has moved or that has presumably passed in its field of vision, always and in any case. Imagine a typical situation with a room to analyze, the cam will be centered at man’s height and left to resume, everything will be screened … And if any anomaly should occur in this way it would be possible to move the view to try to sift any possible explanation such as, for example, a reflection, someone who has moved or something else …

What do you think? To give you an idea I propose a review of this type of cam.