North Brother Island: L’isola infestata dove non puoi sbarcare

Amici tra le varie isole abbandonate e, da quanto raccontano, maledette, North Brother Island, è davvero suggestiva…

Si tratta di una piccolissima isola tra il distretto del Bronx e quello del Queens, a New York, immersa nelle acque dell’East River, ha una estensione di circa 400 metri per 250 e non solo è disabitata, ma è proibito metterci piede… Un tempo l’isola ospitava una struttura che venne utilizzata come ospedale per malattie contagiose come la tubercolosi, in un secondo tempo come dormitorio durante la crisi di alloggi ed in fine come centro di recupero per ragazzi con problemi di tossicodipendenza…

Storia piuttosto movimentata che, naturalmente, ha favorito la nascita di alcune leggende paranormali esattamente come è successo per l’isola di Poveglia in Italia e, se ci pensiamo bene, queste due isole sono davvero simili…

Oggi l’intera isola è in completo stato di abbandono, ma, secondo i complottisti, niente giustifica i controlli maniacali che vengono effettuati dalla guardia costiera, controlli che vogliono impedire la visita dell’isola da parte di chiunque, anche se a pensarci in modo razionale è evidente che non si tratti di un posto sicuro.

La teoria paranormale è davvero spinta e parla di entità oscure che si aggirerebbero sull’isola e sarebbero estremamente pericolose… Naturalmente si tratta di leggende e dicerie ma che da sole bastano a trasformare questo posto stupendo in una calamita per i ricercatori del paranormale, che continuamente cercano di sbarcarci per le loro indagini, ed in fondo come non capirli?

Vi propongo il video di due ragazzi che sono riusciti a visitarla… Evidentemente i controlli non sono poi così maniacali come leggenda vuole.