Molise: Palazzo Nuonno, dove abita il Diavolo

Amici ricercatori del mistero continuiamo la nostra analisi dei luoghi più infestati d’Italia con il bellissimo Molise. Ad Agnone, un centro abitato dell’alto Molise si trova un palazzo storico edificato attorno al 1200 dopo Cristo, un palazzo chiamato Nuonno che, oggi del tutto murato, porta su di se il triste fardello di essere considerato la Dimora del Diavolo…

Il palazzo fu di proprietà della famiglia Cocucci fino al 1796, anno in cui fu venduto ai Nuonno proprio a causa delle presenze spiritiche all’interno dell’abitazione (Si parla anche del Diavolo in persona). I Cocucci stanchi del continuo confronto con gli spiriti (che a quanto si dice non sono benevoli) non hanno trovato soluzioni al problema tanto da decidere di disfarsi della proprietà.

Palazzo Nuonno

I Nuonno non ebbero vita più facile a quanto pare dal momento che anche loro decisero di abbandonare il palazzo tanto che oggi sulla struttura murata compare una targa apposta dall’ente del turismo con la dicitura: “Palazzo Nuonno, anche detto palazzo dei fantasmi a causa delle molte leggende che su di lui si raccontano”

Le guide turistiche informano che “la camera che sovrasta la bottega orafa veneziana era adibita a cella penitenziaria in cui venivano decapitati i condannati a morte”

Palazzo Nuonno

Sembra che all’interno del palazzo sia presente una stanza che fu adibita per moltissimi anni alle esecuzioni capitali, tanto che gli spiriti dei malcapitati continuano a perseguitare chiunque decida di vivere nello stabile…

Oggi è possibile visitare una parte del palazzo dove sono presenti i vecchi laboratori orafi, ma quello che più attrae i visitatori è il macabro racconto della storia di questo luogo.