La Dama Bianca

La dama bianca

La Dama Bianca

Certamente una delle leggende metropolitane più diffuse in tutto il mondo, pari solo a quella di Bloody Mary, della quale abbiamo parlato nel precedente articolo.

La leggenda racconta che la Dama bianca si presenta come una persona in carne ed ossa tanto da rendere quasi impossibile capire che si tratti di uno spettro. Da molto tempo leggo storie relative alla sua comparsa postate in ogni dove, tanto che la storia ne risulta quasi banalizzata. La Dama compare in luoghi isolati, chiede un passaggio e una volta arrivata a destinazione semplicemente svanisce lasciando i protagonisti spiazzati ed impauriti. Ma allora vi chiederete: Ma questo ci vuole propinare la solita favoletta? Che ci aggiunge di interessante?

Cari lettori anche per me la storia era abbastanza banale, fino a qualche giorno fa quando parlando con un mio caro amico (decisamente più attempato di me) il discorso è caduto sulla sua esperienza lavorativa in Sud America. G.S. di 73 anni ha lavorato infatti in ogni località voi possiate immaginare ed ha raccolto una serie di avvenimenti curiosi ed altri decisamente bizzarri. Durante questi racconti è saltato fuori per caso un fatto capitato negli anni 70 in Nicaragua, G.S. lavorava come operaio per una ditta che si occupava di reti elettriche e passava quasi tutto il suo tempo a lavoro o al campo adibito per gli operai, qualche giornata libera, invece, veniva impiegata alle taverne insieme alla gente del posto. Ed ecco una di queste giornate G.S. tornava al campo e sul ciglio della strada viene fermato da una ragazza che fa dell’autostop, la carica sulla jeep e lei chiede di essere portata in un paesino poco distante dal campo degli operai. La ragazza non parla per niente, e quando arrivano al paese lui si rende conto che di fianco non c’è più nessuno. Si ricorda che era vestita di bianco. Ora la cosa interessante è che G.S. non conosceva affatto la leggenda della Dama e questo rende la sua testimonianza davvero interessante.
La Dama potrebbe non essere solo una leggenda…