La leggenda di Baba Jagodowa, come altre di origine polacche, ha origini molto antiche che si ritengono risalire a circa un migliaio di anni fa. Il periodo di massima diffusione dovrebbe essere stato chiaramente precristiano, dal momento che l’avvento della religione monoteista avrebbe poi cercato di spazzare via tutte le antiche tradizioni popolari.

Curiosamente questo nome è utilizzato sia nella lingua polacca che in quella slava indicando una buona diffusione della leggenda che si riferirebbe ad un essere alquanto abietto. Baba Jagodowa sarebbe una sorta di demone associato alla raccolta della frutta nel bosco, con la solita insana passione per i bambini. La letteratura a riguardo descrive l’essere malefico come una vecchia pelosa e con dei rametti in testa che vagherebbe nelle foreste spaventando i bambini e dedicandosi alla raccolta di bacche e funghi. Si dice che i bambini raramente finissero nelle sue grinfie e che solo i meno intelligenti decidessero di non fuggire finendone vittime per essere poi strangolati a morte e quindi divorati.

Esiste un fatto curioso sul nome di questo demone, ossia il fatto che teoricamente sarebbe “la vecchia delle bacche” ma per una traduzione erronea della parola che in realtà corrisponderebbe a fragola in Repubblica Ceca e Russia, quindi in alcune zone è il demone delle Bache, mentre in altre quello delle fragole… Ma è davvero importante? Forse no, forse è solo il caso di scappare.