Il mistero del tempo, tutto continua ad esistere

Caro lettore, ti voglio proporre una mia teoria relativa ai viaggi nel tempo. La mia è una interpretazione abbastanza radicale della realtà, semplice ma allo stesso tempo difficile da accettare. Credo che la realtà che ci ospita e che viviamo sia tutta sempre disponibile… Mi spiego meglio, fai conto di avere un oggetto posto in un punto A della tua scrivania al tempo T, al tempo T+1 lo sposterai al punto B, ora quello che credo è che nonostante ci troviamo al tempo T+1 il tempo T non smetta di esistere ma permanga eternamente come una istantanea per noi di T+1 ma con uno scorrere fluido per noi di T…

Il mio concetto è che quindi mentre ci troviamo a T e poi a T+1 esista già il T+2 insomma in parole povere la realtà per me comprende tutto contemporaneamente, il passato, il presente ed il futuro. Questo apre alla possibilità del viaggio temporale in diverse direzioni, e sappiamo che matematicamente è plausibile, va solo trovato il modo per realizzarlo. Se ci pensi noi esseri umani siamo creature che vivono costantemente in questa situazione… Pensa a te che discuti con un amico, lui ti parla e tu senti quel che dice, ma sei sicuro di vedere e sentire il tuo amico nello stesso istante T? Le parole che escono dalla sua bocca devono arrivare a te e per far questo ci vuole un certo tempo, che certamente essendo vicini è trascurabile ma in realtà tu vedi e senti una serie di istantanee di ciò che è successo. Insomma hai capito il concetto?

Tu stai ascoltando qualcosa che è successa qualche frazione di secondo prima, quindi vedi il passato mai il presente. Allora sei sicuro che il passato cessi di esistere? Pensa ad un temporale, vedi l fulmine e poi senti il tuono, ma quel che senti è qualcosa che è successo ben prima, senti il suono che viene dal passato… Io credo che per il futuro sia la stessa cosa ma è più complicato percepirlo.