Il Male: Da dove arrivano le nostre attuali convinzioni e che utilità hanno?

Tutti abbiamo chiaro il concetto di bene e male, ma quanti di noi sanno da dove derivano? Il concetto di Male inteso come “Maligno” esiste da sempre ed è qualcosa che erroneamente si ritiene proprio delle attuali religioni monoteiste, infatti l’idea è ben più antica e suggestiva.

Dobbiamo tornare indietro all’origine dello sviluppo della coscienza umana per assistere alla nascita di queste teorie che hanno avuto sempre un grande valore per la società, ma in effetti la nostra idea di inferno come punizione per il male fatto nasce probabilmente nell’antico Egitto, al tempo dei Faraoni che avevano un gran rispetto per la vita ultraterrena…

Pensiamo alla leggenda del peso del cuore che in tanti geroglifici viene rappresentato in maniera così spettacolare… Il Faraone, benché simile ad un Dio in terra, doveva sottomettersi al giudizio di Horus che, spesso sostituito in questo suo compito dallo sciacallo Anubi, pesava letteralmente il cuore del Faraone su una bilancia a due piatti, dove il contrappeso era una piuma. Se il cuore fosse risultato più pesante della piuma lo spirito del Faraone non avrebbe potuto accedere al regno dei cieli e sarebbe stato consumato da Anubi, ossia non sarebbe potuto ascendere al ruolo di Divinità e peggio ancora avrebbe smesso di esistere.

Grande simbolismo che però aveva come più alto valore lo sprone per gli uomini a comportarsi moralmente e rettamente in vita. Oggi parliamo di Inferno nella religione Cristiana, ma il concetto è chiaramente derivato da queste antiche religioni. Certo alcuni “Credo” di oggi non hanno il concetto di Inferno, stabilendo che l’inferno è quello che già viviamo come ad esempio la tradizione induista, dove la reincarnazione porta le anime a migliorare se stesse fino a raggiungere la “Moksha” e trascendere la reincarnazione arrivando ad uno stato divino di pura energia…

Nella fede Islamica le cose sono molto simili alla Cattolica, perché in effetti da questa deriva, nel Corano vi sono diversi passaggi in cui viene descritto l’Inferno come punizione per le nefandezze (jahannam جهنم), il termine jahannam è simile all’ebraica ge-hinnom, che era il luogo a Sud-Sud Est di Gerusalemme in cui era stato onorato l’idolo di Baal Moloch, il pan-semitico “Signore sovrano” cui venivano bruciate vittime anche umane e che poi divenne una vera e propria discarica…

Insomma che si sia Induisti, Cristiani o Musulmani poco importa, la paura del Male è fondamentale per poter seguire una retta via ed essere uomini migliori. Credo che il valore delle religioni sia proprio questo, ma viene da chiedersi se i precetti morali non siano essi stessi sufficienti per essere delle brave persone a prescindere dalle presunte divinità…

Evil: Where do our current beliefs come from and what are their uses?

Tutti abbiamo chiaro il concetto di bene e male, ma quanti di noi sanno da dove derivano? Il concetto di Male inteso come “Maligno” esiste da sempre è qualcosa che erroneamente si ritiene proprio delle religioni monoteiste, infatti l’idea è ben più antica e suggestiva.

We have to go back to the origin of the development of human consciousness to witness the emergence of these theories that have always had great value for society, but in fact our idea of ​​hell as a punishment for the wrong done is probably born in ancient Egypt, at the time of the Pharaohs who had great respect for the afterlife …

Think of the legend of the weight of the heart that in so many hieroglyphs is represented in such a spectacular way … The Pharaoh, though similar to a God on earth, had to submit to the judgment of Horus who, often substituted in this task by the jackal Anubis, weighed literally Pharaoh’s heart on a two-plate scale, where the counterweight was a feather. If the heart were found to be heavier than the feather, the spirit of the Pharaoh could not have entered the kingdom of heaven and would have been consumed by Anubis, meaning that he could not ascend to the role of Divinity and worse still would have ceased to exist.

Great symbolism which, however, had the highest value for men to behave morally and rightly in life. Today we speak of Hell in the Christian religion, but the concept is clearly derived from these ancient religions. Certainly some “Credo” of today do not have the concept of Hell, establishing that hell is what we already live as for example the Hindu tradition, where reincarnation brings souls to improve themselves until they reach the “Moksha” and transcend reincarnation coming to a divine state of pure energy …

In the Islamic faith things are very similar to the Catholic, because in fact from this drift, in the Koran there are several passages in which Hell is described (jahannam جهنم), with details that will be specified by the eschatological religious literature of the centuries to come. The term jahannam is similar to the Hebrew ge-hinnom, which was the place south-south east of Jerusalem in which the idol of Baal Moloch, the pan-Semitic “sovereign Lord” who was also burnt human victims and was honored which then became a real landfill …

So whether you are Hindus, Christians or Muslims it matters little, the fear of Evil is essential to be able to follow a right path and be better men. I believe that the value of religions is just that, but one wonders if the moral precepts are not themselves sufficient to be good people regardless of the presumed deities …