E se giungesse l’apocalisse? Come filtrare l’acqua sporca

Amici sopravvissuti eccoci ad un punto fondamentale per la sopravvivenza: Filtrare l’acqua. La situazione tipica è quella in cui si trovi una pozza di acqua sporca e melmosa imbevibile e che si deva quindi necessariamente filtrarla per poterla poi sterilizzare. Ho preparato un esperimento con dell’acqua davvero sporca piena di vernici e piuttosto tossica; è evidente che non sarebbe bevibile in ogni caso, ma serve a farvi vedere come funziona il sistema di filtraggio esasperando la situazione.

Filtraggio acqua

Sistema di filtraggio

Come vedete dalla figura l’acqua nera si è ripulita di tutte le impurità in sospensione, ed è quello che serve a noi. Nel caso in cui ci trovassimo a filtrare acqua fangosa riusciremo ad avere un prodotto finale perfetto per la sterilizzazione tramite bollitura o tramite agenti chimici come la candeggina (https://realmisterx.altervista.org/giungesse-lapocalisse-purificare-lacqua/)

Ecco cosa vi servirà:

  • 2 bicchieri 
  • 1 foglio di carta da cucina (tipo scottex) 

Attorcigliate la carta su se stessa fino ad ottenere una striscia che tenga la forma, piegatela ad U per creare un ponte tra i due bicchieri. Il bicchiere contenente l’acqua sporca dovrà essere più in alto del bicchierino per la raccolta. Immergete una estremità della carta nell’acqua da filtrare e fate finire l’altra estremità nel bicchierino più in basso vuoto. Nel giro di poco tempo l’acqua privata delle sospensioni e parte delle impurità verrà trasferita nel secondo bicchiere. Vi ripeto che ho utilizzato acqua particolarmente contaminata per rendere più evidente il fenomeno ma vi assicuro che utilizzando acqua semplicemente sporca di terra e detriti otterrete un prodotto pulito che con pochi altri semplici passaggi sarà bevibile.

Spero che non vi serva mai utilizzare questi trucchetti ma se dovesse capitare ora sapete come procedere.