Per la rubrica sui giochi maledetti oggi vi presento La porta spirituale, un gioco di cui sono venuto a conoscienza grazie alla mia amica Eleonora, autrice esoterica, horror, sci-fi e fantasy e fantascienza.

Il gioco rientra perfettamente nel genere pensato per mettere alla prova il coraggio e per sperimentare il paranormale, ma come tanti giochi simili presenta quello che a detta di molti è un lato oscuro per il quale non dovrebbe essere realizzato… Io chiaramente vi riporto il tutto, poi sta a voi decidere se credere o meno.

Per giocare alla porta spirituale dovrete essere soli nella fase preparatoria e dovrete aspettare le 3 del mattino e procurarvi il seguente materiale:

  • due o più candele
  • dell’incenso
  • due fogli di carta
  • una penna

Iniziate sedendovi davanti ad una porta, su uno dei fogli scrivete la parola “CIAO” mentre l’altro foglio lo lascerete in bianco e lo posizionerete, insieme alla penna, al di la della porta.

Ora potete far partecipare gli amici, sedetevi davanti alla porta chiusa in cerchio tenendovi per mano, e tenete al centro il foglietto con scritto ciao, quindi chiudete gli occhi e pronunciate più volte le parole “spiriti della porta uscite uscite”.

Non dovrete in alcun caso aprire gli occhi, poi quando avrete ripetuto più volte la frase, pronunciate la frase “adesso apriamo gli occhi, adesso per favore vattene”.

Come aprirete gli occhi dovreste trovare il foglio bianco lasciato precedentemente dietro la porta dove l’entità avrà scritto qualcosa, se questo non dovesse avvenire uno di voi dovrà alzarsi e prima di aprire la porta dovrà bussare per sei volte e pronunciare la frase per sei volte “Vai fuori sto arrivando esci esci esci”

Se avrà funzionato troverete fuori dalla porta il biglietto scritto, e dovrete dire per tre volte “termino il gioco ora esci esci esci” se invece non ha funzionato non troverete nulla.

Naturalmente come in ogni gioco simile le regole vanno seguite alla lettera, perché se non lo si dovesse fare si potrebbe incorrere nella maledizione… In questo caso si dice che i partecipanti finiscano per impazzire e non è cosa buona..

Volete provare?

Chi sono

La mia carriera scolastica è ben lontana dal mondo del paranormale, ho frequentato un Liceo Scientifico ed ho proseguito con gli studi di Ingegneria Elettronica, anche se la mia vera passione è sempre stata la fisica, che, a dispetto dei limitati esami di ingegneria, continuo a studiare tenendomi aggiornato con libri ed alcuni abbonamenti a riviste di settore, non di quelle che si possono trovare in edicola, quelle di fisica vera direttamente trattate dai centri di ricerca.

Sono curioso per natura, e tendo ad essere particolarmente distratto da ogni nuovo stimolo, cosa che mi porta ad occuparmi di svariati argomenti contemporaneamente, a volte davvero diversi tra loro come la cucina o la meccanica…tendo a cambiare spesso prospettive di studi, ma se questa cosa è per la scuola tradizionale un bel problema, risulta invece un vantaggio quando si è liberi da vincoli imposti.

Un consiglio che lascio a tutti voi è quello di guardare verso l’alto, non accontentatevi di quel che leggete online, sviscerate gli argomenti che vi affascinano e cercate di portare la vostra comprensione sempre un gradino in su, questa è la mentalità giusta.