Questa è una delle domande che mi assilla ultimamente, gli spiriti, ammesso che siano reali, comunicano tra loro? Vi spiego da dove nasce questa mia curiosità.

E’ ben noto che ogni cacciatore di fantasmi, si definisca Ghost Hunter o Ricercatore poco importa, si porta dietro l’attrezzatura necessaria per la ricerca e registrazione di tracce audio note come EVP, ossia voci elettroniche extracorporee. In questa analisi, che alcuni compiono in modo rigoroso ed altri invece in modo del tutto buffonesco, emerge sempre un punto comune, ossia che ci si rivolge ad entità in una sorta di a tu per tu.

Esempio: “C’è qualcuno qui con noi?” e poi “sei morto qui?” oppure “vuoi che ce ne andiamo?”…

Insomma si passa dal ricercare delle entità plurime per poi focalizzarsi su una singola, almeno nella maggior parte dei casi che ho potuto osservare. Ma quel che non ho mai sentito è un evp dove queste presunte entità comunichino tra loro ignorando i ricercatori, l’interlocutore è sempre il ricercatore davanti a loro, oppure, nel caso di registrazioni ambientali, sono sempre parole o frasi di una singola entità. Quindi mi chiedo se, sempre partendo dal presupposto che siano effettivamente li, possano o meno comunicare tra loro, perché in effetti è una cosa che non ho mai sentito.

Quindi forse come sostengono molti stanno in un limbo e sono isolati non riuscendo ad interagire oppure lo fanno in un modo impossibile da misurare per l’uomo, oppure semplicemente non esistono, ipotesi da mettere sul piatto della bilancia. Non dico che non possano esistere in assoluto ma che forse interpretiamo male dei suoni in buona fede o, nel caso dei truffatori, piuttosto voluto.

Altra ipotesi che mi sento di fare è che siano solo delle registrazioni, come se avessero in vita lasciato una traccia nell’ambiente e non siano senzienti, allora si spiegherebbe tutto. Insomma credo che la cosa meriti una ricerca approfondita e seria