Analisi di uno strumento da Ghost Hunter: Il rilevatore di campi EMF K2

Amici parliamo di questo mitico strumento adattato alla caccia agli spiriti e ci chiediamo quanto sia effettivamente affidabile… In realtà dal mio punto di vista lo è ben poco. Ho analizzato per puro diletto lo schema di funzionamento del noto strumento scoprendo qualcosa che mi ha un pò sorpreso.

Per prima cosa parliamo delle sue caratteristiche dichiarate che parlano di un range di frequenze rilevate comprese tra i 50 a 20000Hz (anche se da alcuni test eseguiti dagli stessi Ghost Hunters è risultato che lampeggia segnalando anche le trasmittenti PMR che lavorano a circa 440Mhz, dimostrando di essere assolutamente inaffidabile), su questo dovremmo un po’ fidarci anche se le componenti interne sono tutte piuttosto economiche, (stiamo parlando di uno strumento del costo di circa 60 euro) che rileva i campi su un singolo asse.

La prima incongruenza che ho trovato è l’integrato principale che sugli schemi ufficiali viene indicato come “EMF sensor” e che in realtà è un semplice operazionale** a 4 stadi… Dobbiamo quindi capire che l’accordatura dello strumento avviene mediate tecniche analogiche, (componenti passivi che creano il circuito accordato)… Ora partendo da questo principio lo strumento è dotato di un avvolgimento di tipo induttivo che capta il segnale e lo invia all’operazionale che in base all’intensità commuta i led per misurare la forza dell’emissione.

Questo sistema è affidabile? Assolutamente no. A scopo didattico vi sottopongo lo schema dell’operazionale utilizzato: datasheet

Con questo voglio dire che si tratta di uno strumento scadente che potrebbe essere influenzato da emissioni differenti. Lo stesso corpo umano può emettere campi nel range dei 50/1000Hz influenzando la lettura, elettrodomestici come le telecamere emettono dei campi, linee elettriche emettono campi attorno ai 50Hz… Troppi disturbi (e ne ho citato solo una minima parte) che possono ingannare uno strumento da pochi euro come il K2.

In definitiva credo sia più vicino ad un giocattolo che ad uno strumento serio. Un rilevatore professionale ha un costo che varia tra i 300 ed i 700 euro in media… Quindi capite bene che la qualità è di poco superiore ad una radiolina tascabile… Vi è mai capitato di essere sintonizzati su una radio e captare sopra un’altra emissione? Sono certo di si e l’unica differenza in questo caso specifico è che non sentite voci estranee ma vedete led che si illuminano senza darvi la possibilità di discriminare un valore reale da una falsa lettura.

Quindi che fare? Certo capisco che l’idea di poter avere tra le mani uno strumento specifico a bassissimo costo sia particolarmente allettante, ma poi siamo sicuri che le anomalie definite paranormali siano davvero da mettere in relazione ai campi elettromagnetici? Se a questo si aggiunge il fatto che molti si stanno improvvisando ricercatori grazie a questi strumenti di massa il lavoro del ricercatore serio ne viene svilito ed offeso facendo passare anche i veri esperti per ciarlatani. Forse è ora di darci un taglio e capire che la ricerca non può essere basata su fantasie, ma prevede lo studio sia degli strumenti che delle tecniche.

**Un operazionale è un circuito amplificatore caratterizzato, idealmente, da un guadagno in tensione infinito e da una resistenza di ingresso infinita ma con impedenza d’uscita nulla… Questo chiaramente solo in teoria perché ideale nel mondo reale non esiste… La sua versatilità ne ha fatto uno dei componenti più apprezzati nell’elettronica di consumo, grazie al fatto che può essere variata ogni sua caratteristica di guadagno e processo mediante pochi componenti esterni. Tipicamente viene alimentato in modo duale per avere un miglior segnale in uscita ma nel caso del K2 l’alimentazione non è duale.  

Meglio del K2 uno strumento che sembrerebbe più serio ed anche a buon prezzo lo trovate qui e anche uno strumento semi–professionale leggermente più costoso 

Questo post contiene uno o più link affiliazione amazon

https://www.amazon.it/dp/B07LB18YN7?tag=gz-blog-21&linkCode=osi&th=1&psc=1&ascsubtag=0-f-n-av_realmisterx

https://www.amazon.it/dp/B01HQBE7L8?tag=gz-blog-21&linkCode=osi&th=1&psc=1&ascsubtag=0-f-n-av_realmisterx