Analisi di un fenomeno: Esistono le maledizioni?

Amici parliamo oggi di maledizioni e cercheremo di capirci qualcosa in più. Vediamo cosa troviamo come definizione…

Una maledizione è l’augurio di conseguenze negative o sfortuna attraverso l’intercessione di un qualche tipo di potere soprannaturale come ad esempio un dio, un elemento della natura o uno spirito. L’effetto negativo che si intende portare con una maledizione può avere varie gradazioni, dall’infliggere dolore fino a provocare la morte del soggetto. Le maledizioni possono anche essere intese per avere effetti molto complessi o specifici, come ad esempio quello di non far rivedere la persona amata o di rendere sterili. Le maledizioni possono anche essere legate a specifici oggetti o condizioni. In alcune tradizioni si ritiene che alcuni oggetti o simboli portino sfortuna ai loro proprietari e perciò si dicono “maledetti”. Nel mondo moderno numerose leggende urbane sono basate su tali maledizioni. – Wikipedia

Ora analizziamo la cosa, è davvero possibile maledire qualcuno o intere famiglie come si vede nei film? Ora vi lascerò di stucco… Si è possibile. E’ possibile, per prima cosa, a patto che il maledetto pensi di essere tale… Si perché credo che i matrimoni si facciano sempre in due. Rifacendomi alla medicina Sarda, che si dice non funzioni se uno non ci crede fermamente, credo che se un individuo creda di essere sotto maleficio inizi a comportarsi come tale. Una sorta di placebo al contrario insomma.

Pensate al più classico dei cliché, la zingara che maledice per strada, pensate davvero che se avesse il potere di cambiare le cose vivrebbe in strada chiedendo l’elemosina? Lo stato di “maledetto”, in questo tipo di maledizione, è prima di tutto qualcosa che viene da dentro di noi, se ci sentiamo fortunati e felici noteremo ogni cosa positiva che ci capiti nella vita così come sentendoci maledetti tenderemo a considerare solo le cose negative. Si sa che la vita è una sorta di Tao, parte buona e parte cattiva, sta tutto a noi insomma alimentare una o l’altra parte. Ma pare che alcune persone siano capaci di mandare questo genere di energie negative in modo reale…

Vi riporto il pensiero dell’amica Jessica Rapetti:

Le maledizioni sono principalmente delle manipolazioni di energia negativa diretta e scagliata come una freccia contro qualcuno. Molte maledizioni infatti vengono scagliate la notte, quando la persona dorme ed è quindi in uno stato di energia più debole.
Le maledizioni come quella della zingara per dirne una, a volte non vanno a segno perché ad esempio la zingara davvero non te la sta lanciando (la magia gitana è molto potente) oppure hai tu una energia talmente forte (in gergo si chiama ‘schermatura’) che ti fa da scudo e di conseguenza c’è anche il pericolo che faccia da effetto specchio e torni quello che è noto come ‘colpo di ritorno’. Tu lanci dell’energia e quel l’energia da qualche parte deve finire. Se non sulla vittima ritorna al mittente. Per quello molti maghi fanno dei feticci o usano specchi per deviarla o assorbirla in modo da non esserne colpiti.

In conclusione esistono le maledizioni? Cercando di rimanere con i piedi per terra vi dico che trovo la cosa piuttosto strana, ma se eliminassi dall’equazione del tutto il paranormale non sarei corretto, si perché molte persone di fiducia mi hanno parlato di fatti veramente strani ed inspiegabili che appaiono esattamente come una maledizione, coincidenze talmente ricorrenti e precise che danno da pensare; quindi per quanto io non ci creda affatto molti ne sono sinceramente convinti, voi ci credete? E perché?